Ho voglia di rosso.

Il rossetto che ci dà la carica.

Marta Pistis

Quante volte abbiamo vissuto questo stesso momento beauty? L’irrefrenabile desiderio di indossare un bel paio di labbra rosse. Di uscire e dare colore ad una giornata grigia.

Il rossetto rosso ha questo potere: riesce a ridarci la carica, a farci sentire più sicure di noi stesse, più ottimiste. Non è un colore facile e per molte è raro indossarlo. Ma il rosso sa aspettare il suo momento. Perchè prima o poi arriverà, sentiremo il bisogno di quel qualcosa in più. Le labbra rosse poi non sono mai fuori moda, resistono al passare del tempo e riescono ad essere sempre protagoniste. Perchè sono estremamente femminili, sono un accessorio che sa donare carattere.

I ROSSI PIU’ ICONICI

 

 

Vi sentite pronte ad acquistare il vostro primo rossetto rosso e non sapete da che parte incominciare?

A detta dei makeup artist questi sono alcuni dei rossetti rossi che hanno segnato la storia di cui, almeno uno, non dovrebbe mai mancare nella nostra collezione.

  1. MAC Lipstick in “Russian Red
  2. DIOR, Rouge Dior n. 999
  3. CHANEL, Rouge Allure n. 99 Pirate
  4. RIMMEL Lasting Finish Kate Moss n. 01
  5. MAC Lipstick in “Ruby Woo
  6. NARS Semi Matte in “Jungle Red
  7. Rouge G de Guerlain, n. 25 “Garconne

Per anni il rossetto rosso è stato identificato come un qualcosa difficile da stendere alla perfezione, soprattutto per la difficoltà di creare un bel contorno netto. L’incubo poi di ritrovarci a sorridere spensierate con i denti rossi ci ha perseguitate parecchio. Oggi invece esistono formule che facilitano la stesura, si asciugano subito evitando il problema transfer sui denti.

Ma non solo.

Anche la stesura stessa del rossetto si è evoluta e sulle passerelle delle collezioni autunno inverno 2017 abbiamo assistito alla tendenza labbra “smudged“: il rossetto è steso come picchiettato, quasi sbavato. La resa è meno uniforme della classica stesura e assomiglia di più a come ci ritroviamo abitualmente il rossetto dopo pranzo (o dopo aver dato un bel bacio appassionato, come dicono i mua. Ma vi sfido io a trovare un uomo che si lanci a baciare appassionatamente un paio labbra rosse: il mio me lo farebbe togliere o non si avvicinerebbe!).

Senza arrivare alle sbavature estreme da sfilata di moda ammetto che questo modo di indossare il rossetto più easy, quasi sbadato, non mi dispiace affatto. Come anticipato basta picchiettare il rossetto sulle labbra, senza farlo scorrere; oppure aiutarsi nella stesura con le dita, sempre a piccoli tocchi.

 

 

Ci sono 4 commenti

  1. letizia
    1 marzo 2018 alle 9:08

    ciao Marta, il rossetto rosso mi piace molto portarlo nelle ocasioni piu’ inportanti di solito uso per tutti i giorni il burrodicacao o lucidalabra io ho il rossetto rosso mark di avon bacio!! 🙂

    Rispondi
  2. simona
    1 marzo 2018 alle 14:54

    Per Natale mio marito mi ha regalato un rosso di L’Oreal stupendo ♥ però il rossetto rosso è un un pochino impegnativo da portare quotidianamente….lo riservo a giornate speciali!
    Grazie dei consigli 🙂
    Baci

    Rispondi
  3. Valeria
    2 marzo 2018 alle 9:50

    Sfumato/picchiettato all’interno delle labbra ci sta se fatto bene, fuori dal contorno NO (tipo foto in mezzo)!! E poi rigorosamente base perfetta, altrimenti dà la sensazione di sciatteria 😉

    Rispondi
  4. Federica
    7 marzo 2018 alle 18:03

    Ciao Marta, grazie per questa guida. Adoro il rossetto rosso ne ho qualcuno molto Low Cost (non indossavo rossetti prima e non volevo investire) come Kiko ed Essence ma di recente ho acquistato un Rosso bellissimo di MAC ma liquido e a lunga durata.
    Per me la durata del rossetto é fondamentale, l’idea di lasciare il mio rossetto ovunque mi mette ansia.
    Mi chiedevo quale di questi fosse long lasting 🙂 per acquistarne un altro di tonalità diversa.

    Ah e anche io di tanto in tanto uso mettere i rossetti picchettandoli, sopratutto durante la settimana quando ho voglia di dare un po di colore alle labbra ma di non strafare con un rosso o un colore troppo acceso.

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I dati obbligatori sono contrassegnati con *
Il tuo commento *