SKINCARE: HAI DETTO TONICO?

Spesso sottovalutato, questo prodotto è un passaggio fondamentale per la nostra cura della pelle

Marta Pistis

Ultimamente, mentre facevo ricerca online per preparare questo post, mi sono resa conto di quanto il tonico viso sia spesso sottovalutato dalle donne. Mi sono stupita perchè io ne sono invece una grande fan ed è una di quelle cose che non manca mai nella mia skincare routine, sia mattutina che serale. Anzi. Ne possiedo diversi, di fascia più o meno alta e con diverse funzioni. Tanto più che avevo deciso già di farne un post dedicato.

Il tonico viso in effetti è un passaggio importantissimo della nostra skincare routine. L’utilizzo si posiziona subito dopo la fase di strucco e detersione (sono 2 fasi ben distinte, ricordatelo!) del viso e prima di tutto il resto (maschera, siero, crema, protezione solare). L’utilizzo regolare la mattina e la sera garantisce che la nostra pelle appaia luminosa, sana e pulita in profondità.

Non tutti i tonici sono uguali: alcuni hanno una funzione più sebo regolatrice e ristabiliscono l’equilibrio della pelle dopo che struccanti e saponi l’hanno magari messa a dura prova. Altri hanno un effetto esfoliante (sono i miei preferiti) e rimuovono la parte più superficiale di cellule morte, donando luminosità alla pelle. Altri ancora sono idratanti e preparano la nostra pelle a ricevere nel migliore dei modi i trattamenti che verranno dopo (un prodotto fantastico di questo genere è il Moisture Prep di Benefit). Dipende un po’ da cosa volete in quel momento per la vostra pelle: preferite coccolarla un po’ o pulirla in profondità? Ecco perchè sul mio mobiletto ho sempre più di una confezione di tonico. Per dirla tutta ho anche un tonico specifico per gli occhi (di Liz Earle).

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 |

Quale tonico scegliere?

 

Prima di tutto è essenziale conoscere il proprio tipo di pelle: secca, normale, mista, sensibile, grassa? Da qui possiamo iniziare a capire quali siano i tonici più adatti a noi. Il secondo passo è decidere di cosa abbiamo bisogno: vogliamo puntare su un esfoliante o preferiamo qualcosa di più delicato? Cerchiamo un tonico specifico per la mattina o la sera? O vorremmo un unico prodotto per entrambi i momenti della giornata?

Come vedete non è semplice.

Io tendo ad alternare i prodotti. Ma la mattina preferisco spesso un tonico esfoliante, con un bassissimo contenuto di acido glicolico che dia luminosità alla mia pelle senza stressarla. I tonici con una concentrazione al 5% di acido glicolico possono essere utilizzati anche la mattina. Con una percentuale più alta è meglio utilizzarli la sera poichè l’acido glicolico è fotosensibilizzante (è il caso del tonico di The Ordinary, da utilizzare solo la sera). Attenzione anche alle pelli più sensibili, meno adatte a questo tipo di tonico.

I tonici sono anche essenziali prima dell’applicazione di una maschera (lo trovate spesso indicato proprio sulle confezione della maschera): fanno in modo che la pelle sia perfettamente detersa e pronta ad assorbire le preziose sostanze del trattamento che andremo a stendere.

I miei tre tonici esfolianti preferiti. Da sinistra:

 

 

 

Ci sono 9 commenti

  1. letizia
    31 gennaio 2018 alle 10:52

    Ciao Marta grazie dei preziosi consigli dici che va bene il tonico alla rosa chi a una pelle grassa? 🙂

    Rispondi
    1. Alessandra
      31 gennaio 2018 alle 18:06

      Io uso la Luce Liquida dell’estetista cinica e mi ha cambiato la pelle. Ha un’azione esfoliante come il pixi, solo che ha l’acido salicidico 🙂

      Rispondi
      1. letizia
        1 febbraio 2018 alle 10:15

        Ciao Alessandra grazie del tuo consiglio! 🙂

        Rispondi
      2. Marta Pistis
        1 febbraio 2018 alle 10:52

        Conosco i prodotti di l’Estetista Cinica ma non ho mai avuto modo di provarli. L’acido salicilico comunque è un ottimo esfoliante molto usanto in cosmetica. Io l’ho comprato direttamente in farmacia, soluzione al 2% (forse è un po’ più alta del tonico luce liquida?) e una volta la settimana lo passo con una garzina sulla pelle, lo lascio in posa 2 minuti e poi risciacquo. Fantastico. L’unica accortezza con l’A.S. è fare attenzione poichè fotosensibilizzante. Quindi meglio la sera se in alte concentrazioni (tipo il mio prodotto). Per il resto è consigliabile applicare una protezione solare durante il giorno.

        Rispondi
    2. Marta Pistis
      1 febbraio 2018 alle 10:48

      Ciao Letizia! Il tonico alla rosa è molto delicato ed ha un’azione addolcente. Va benissimo per tutti i tipi di pelle.
      Con la pelle grassa attenzione a non strafare con i tonici più aggressivi perchè potressi stressarla più del dovuto ed ottenere l’effetto di lucidarla ancora di più. Magari esfolia un paio di volte la settimana. Baci!

      Rispondi
      1. letizia
        1 febbraio 2018 alle 11:02

        Grazie della descrizione Marta! a presto 🙂

        Rispondi
  2. paola
    1 febbraio 2018 alle 12:03

    Ciao Marta! ho giusto l’ultima goccia della Lotion p50 della Biologique Recherche, ottima esfloliante, ma mooolto cara. Proverò queste che consigli tu! un bacione, mi fa sempre piacere leggerti!!
    Paola

    Rispondi
  3. Lucia
    1 febbraio 2018 alle 13:00

    Il 3 quello di Clarins c’è anche nella profumazione Iris che è meravigliosa 🙂 è verde!

    Rispondi
  4. Elena
    5 maggio 2018 alle 18:26

    Ciao Marta io ho preso il tonico all`acido glicolico di The Ordinary ma avendo la pelle molto sensibile ho un po’ di timore ad usarlo…tu come lo usi?

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I dati obbligatori sono contrassegnati con *
Il tuo commento *