SWEET FASHION BOARD: LA MARINIÈRE

Il capo perfetto per la primavera viene dall’armadio dei marinai francesi.

Marta Pistis

Chiamatela marinière, chiamatela maglia bretone, il risultato non cambia. La maglia a righe a manica lunga è uno dei pezzi cult del nostro armadio. Dobbiamo ringraziare la marina francese che nell’800 ne ha fatto la divisa dei suoi marinai (i marinai francesi spesso provenivano dalla regione della Bretagna, da qui il soprannome di “maglia bretone”). Coco Chanel poi, durante la prima guerra mondiale restò affascinata dalla divisa e lanciò il Navy Style. Da quel momento in avanti questa maglia è diventata il capo cult che tutti conosciamo. Da Chanel a Picasso, passando per Brigitte Bardot, Ingrid Bergman, Yves Saint Laurent e Jean Paul Gautier, questi sono solo alcuni dei famosi estimatori che fecero di questo capo l’icona dello stile parigino.

Easy Chic Parisienne

La marinière è il capo perfetto da sfruttare in questa stagione di mezzo in cui le temperature ancora fanno le bizze. Ha la manica lunga e può essere portata anche da sola nelle giornate più calde, ma diventa impeccabile con un blazer, un giubbetto o il classico trench. Io la trovo molto versatile per i viaggi e non manca mai almeno una bretone nella mia valigia: immancabile durante i soggiorni nelle grandi città, perfetta per le fresche sere d’estate al mare. E una certezza durante i viaggi aerei: mariniere, sciarpone in cotone, felpina con zip sopra.

Look da perfetta parigina in città? Abbinate la vostra marinière ad un blazer, ma di una taglia più piccola rispetto al vostra: è uno dei loro segreti per ottenere quello stile tipico “sembro vestita a casaccio ma in realtà è tutto studiato”. In vacanza? Maglia a righe e cerata, ça va sans dire.

Petit Bateau, uno marchi più famosi di abbigliamento francese per bambini (ma non solo, io ad esempio ci compro spesso) propone sul sito un’intera sezione dedicata alle marinière. Ma quasi ogni marchio che si rispetti propone la propria versione di questo capo.

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |