ARRIVA UN BEBE’: GLI OGGETTI VERAMENTE NECESSARI E QUELLI DI CUI SI PUO’ FARE A MENO

Quali sono gli oggetti veramente utili e quelli che invece occupano inutilmente spazio in casa? Vediamolo insieme.

Federica Piccinini

Quando sta per nascere un bambino vorremmo comprare di tutto ma di fatto, non sappiamo quali possano essere le cose veramente utili da avere.
Dopo due gravidanze e tre bambini, mi sono resa conto che molti oggetti di cui mi ero premunita alla nascita di Gianmarco, in realtà potevo anche risparmiarmeli.

Ecco quindi le 5 cose necessarie e le 5 cose di cui potete fare a meno. Ovviamente, secondo la mia personale esperienza 😉

LE CINQUE COSE INDISPENSABILI

  1. Il TRIO. E’ una delle prime cose a cui tutti i futuri genitori pensano e che effettivamente è davvero indispensabile. Ovetto e carrozzina sono da avere subito appena nasce il bimbo. Per le gemelle non è stato possibile ma per Gianmarco acquistammo il trio di Inglesina.
  2. Il BABY MONITOR. Non so quante volte mi sono fiondata in camera di Gianmarco pensando che si fosse svegliato quando in realtà dormiva beato…e che ansia quando lo lasciavo addormentato nel lettone e lo circondavo di decine di cuscini per la paura che volasse giù dal letto. Finalmente mia madre decise di regalarmi il baby monitor e da quel momento fu tutta un’altra musica. Il mio era di Motorola.
  3. Le COPPETTE D’ARGENTO paracapezzoli. Ebbene si, sono state le uniche a salvarmi dalle atroci sofferenze delle ragadi. In due giorni hanno completamente rimarginato le ferite, cosa che tutte le altre creme che avevo provato non avevano fatto neanche lontanamente. Non smetterò mai di benedire chi le ha inventate e le consiglio sempre a tutte le neomamme.
  4. Il TIRALATTE. Se allatterete al seno e se come me avrete molto latte, in certi momenti, diventerà una manna dal cielo…ve lo posso garantire! Gianmarco smise di svegliarsi per la poppata delle 03:00 dopo poche settimane, ed invece di gridare hipp hipp hurra, mi svegliavo in preda al dolore per il troppo latte! Aiuto..che ricordi! A quei tempi mi trovavate alle 4 del mattino da sola sul divano a tirarmi il latte sospirando per il sollievo…!
  5. Lo STERILIZZATORE. A prima vista potrebbe sembrare uno di quegli oggetti non indispensabili perché diciamoci la verità, volendo esiste sempre il vecchio metodo della pentola d’acqua bollente. Ma vuoi mettere la comodità di cacciare tutto dentro, spingere un bottone e andare a far altro? Quando hai decine di biberon da sterilizzare al giorno come è successo a me con le gemelle può cambiarti la vita! Io avevo quello di Chicco ed ha funzionato egregiamente con tutti e tre i bimbi.

LE CINQUE COSE DI CUI POTETE FARE A MENO

  1. Il MOBILE FASCIATOIO con vaschetta annessa. Spesa assolutamente inutile. Anche la vaschetta stessa può essere tranquillamente sostituita con un normale lavandino per i primi mesi.
    Al posto del mobile fasciatoio vi basterà una normalissima cassettiera sulla quale appoggiare il materassino. Anzi, per dirla tutta, se avete poco spazio, vi basterà anche il solo materassino che potrete appoggiare sul letto, sul divano ed anche sul tavolo ogni volta che ne avrete bisogno.
  2. Il TERMOMETRO PER L’ACQUA. Insomma, basta un minimo di buon senso per capire se l’acqua del bagnetto sia ustionante o meno…
  3. Il MANGIAPANNOLINI. Potrebbe sembrare comodo ed in effetti, quasi tutte le mamme lo hanno…Ma hanno un bel da dire che sia inodore…quando dovevo aprirlo per gettare i pannolini l’odore lo sentivo eccome! E poi personalmente non mi piace l’idea di avere in casa per del tempo dei pannolini sporchi di pupù, preferisco fare un paio di giri in più al bidone della spazzatura.
  4. La BILANCIA. Non serve acquistarla, vi basta noleggiarla in farmacia.
  5. La CULLA. Lo ammetto, la culla è bella e decora la cameretta, io per prima avevo rispolverato dalla cantina quella in vimini che usò mia madre per me. Ma se non ne avete già una e dovete comprarla secondo me potete evitarvi la spesa e passare direttamente al lettino con le sponde, magari dotandovi di un riduttore per i primissimi mesi. Gianmarco ha dormito tantissime volte direttamente nella carrozzina, infatti, il trio Inglesina che avevamo acquistato, aveva tra gli accessori anche un supporto che ci permetteva di utilizzare la culla in casa.

Spero di esservi stata utile e se avete qualche domanda specifica lasciatemi un messaggino qui sotto 🙂
Un bacione grande e auguroni!!!

Ci sono 15 commenti

  1. Serena
    13 maggio 2017 alle 10:47

    Concordo in tutto con te! Ho evitato di comprare le stesse cose che trovavo e trovo superflue.

    Rispondi
    1. Federica Piccinini
      13 maggio 2017 alle 17:16

      Ciao Serena! Mi fa piacere saperti d’accordo con me 🙂

      Rispondi
      1. Serena
        14 maggio 2017 alle 20:45

        Grazie per tutto quello che condividi con noi! Un bacione ed auguri per anniversario/festa della mamma! 🙂

        Rispondi
  2. letizia
    13 maggio 2017 alle 10:57

    Questi consigli le farò miei per un domani sono sempre utili i tuoi consigli Fede 🙂 volevo chiederti Fede l’ olio di mandorle dolci dei Provenzali può essere usato anche chi non è in gravidanza come idratante corpo? lo usi ancora Fede? Un bacionee 🙂

    Rispondi
    1. Federica Piccinini
      13 maggio 2017 alle 17:17

      Ciao Letizia! Si certamente, in gravidanza ho sempre usato l’olio di mandorle su pancia, fianchi e seno. Un bacione!

      Rispondi
      1. letizia
        13 maggio 2017 alle 18:08

        Ciao Grazie della risposta Fede! lo sta usando anche mia madre questo fantastico olio ormai lo usiamo sempre quando facciamo la doccia 🙂

        Rispondi
  3. Manu
    13 maggio 2017 alle 14:27

    Bellissimo e utilissimo articolo. Da suggerire alle mie amiche in dolce attesa.
    Baci!

    Rispondi
    1. Federica Piccinini
      13 maggio 2017 alle 17:17

      Grazie Manu!

      Rispondi
  4. Pao
    13 maggio 2017 alle 23:33

    Io invece avrei detto utile il fasciatoio con vaschetta e totalmente inutile lo sterilizzatore 🙂 baci

    Rispondi
  5. Barbara
    14 maggio 2017 alle 0:52

    Certo che quando sei in gravidanza ed inizi a guardare tutte le cose che potresti/dovresti comprare scopri che c’è un mondo dietro…passo serate al PC a guardare, confrontare, leggere recensioni di questo è quest’altro perché al primo figlio sei un po’ spaesata e non sai cosa e quando comprare.

    Rispondi
  6. Cristina
    14 maggio 2017 alle 21:55

    Per esperienza personale, dico si alla bilancia, soprattutto se si allatta al seno, quella della Chicco costa circa 40€, il noleggio, se la tenete x lungo tempo e la cauzione portano a un costo maggiore.
    Consiglio a tutte le mamme in attesa e neo mamme, l’olio della Eos, fantastico anche x i bimbi inquanto inodore, usato preventivamente vi evita le ragadi.

    Rispondi
  7. FEDERICA
    15 maggio 2017 alle 13:49

    Ciao Fede io ho avuto un bimbo da poco e concordo su tutto ma non sul mangia pannolini ….per me una manna dal cielo !!!! Per mia esperienza gli odori li evita davvero basta avere l’accortezza di girare sempre il cestello.per sigillarli e via gli odori .Ciao fede

    Rispondi
  8. Paola
    15 maggio 2017 alle 14:51

    Personalmete trovo un po’ superfluo lo sterilizzatore, io usavo un contenitore per cottura a vapore nel microonde…per il fasciatoio, io ho usato la cassettiera ikea come te, d’altronde ti ho scovata sul web proprio cercando ispirazioni sul fasciatoio!
    Per il seno e l’allattamento se posso consiglio di fare acquisti solo una volta partorito, perchè ad esempio io ho dovuto usare i paracapezzoli in silicone visto che il mio bimbo non si attaccava avendo il capezzolo un po’ piatto, e con quelli niente ragadi…
    Ah altro acquisto che non rifarei è lo scalda biberon, in casa alla fine immergo il bibe nel bolllitore dell’acqua e fuori al massimo si chiede al bar o ristorante…
    Se non si è acapito avrei voglia di un altro figlio per tornare ad avere queste “problematiche” aahaha.
    Un bacione Fede!!

    Rispondi
  9. silvia giraudo
    15 maggio 2017 alle 15:12

    Ciao Fede. Tempo fa anche io scrissi un articolo simile al tuo…
    Concordo con molte cose tranne le coppette d’argento. 50 € buttati, almeno per me! in effetti funzionano, nel senso che rimarginano le ferite, ma appena riattaccavo mia figlia se ne creavano di nuove. Eppure lei si attaccava benissimo. Sono arrivata alla conclusione che era un problema mio di conformazione…che male.Le ragadi sono veramente dolorosissime.E anche io ho usato per quattro mesi , 5 volte
    al giorno almeno e per tutti i santi giorni il tiralatte..

    Per chi volesse leggere il mio post :

    https://lecosesemplici.wordpress.com/2015/11/22/quando-arriva-un-bebe/

    Rispondi
  10. Elena
    16 maggio 2017 alle 13:46

    Ciao Federica, ti seguo sempre con piacere! Sono assolutamente d’accordo con te per quanto riguarda le cose che non servono ma mi fa molto sorridere che in realtà, fatta eccezione per il trio, nemmeno le cose per te indispensabili a mio avviso lo sono.
    Ho due bambine e non ho mai utilizzato alcun apparecchio baby monitor, forse la mia casa è talmente piccola che non sarebbe possibile non sentire se succedesse qualcosa 🙂 (o cmq non mi è mai costato andare a fare un giretto in stanza per controllare se era tutto ok..)
    Inoltre con l’allattamento probabilmente sono stata fortunata ma non ho mai avuto necessità di creme o coppette e al massimo se il seno era troppo pieno spremevo un po’ manualmente…infine lo sterilizzatore, mi è stato regalato: mai usato!! le bimbe si sono sempre attaccate al seno, mai a un biberon…
    evidentemente, come scrivi nella prefazione, si possono avere pareri diversi in base alla propria personale esperienza 😉
    un bacione a te e ai tuoi angioletti!

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I dati obbligatori sono contrassegnati con *
Il tuo commento *