Il sapone mani che decora

Manuela Morara

C’erano una volta i set coordinati per il bagno: porta sapone, porta spazzolino e porta saponetta.
Nell’era del packaging prima di tutto, la tendenza è quella di non travasare il sapone mani in un anonimo contenitore ma piuttosto lasciarlo a vista sul piano del lavandino. Molte aziende hanno capito che una bella confezione è proprio ciò che porta le nostre mani ad afferrare il prodotto e dargli una chance!
Anche io – ma và – mi sono appassionata a questa tendenza e, bandito il mio vecchio contenitore, mi aggiro per il mondo con l’occhio pronto a captare belle confezioni che mi chiamano come le sirene dell’Odissea.
Ed ecco quindi qualche spunto se anche voi volete lasciare il sapone liquido per le mani nel suo contenitore originale:

pics via & other Stories

& other Stories, abbastanza economico e con ottimi profumi, sulla qualità non vi so dire (mai stata nazista dei prodotti per la detersione mani). A seconda della profumazione cambia il colore di alcuni particolari dell’etichetta.

pics via Pinterest

Il brand australiano Aesop invece è tutto un altro paio di maniche. Qualità degli ingredienti veramente elevata così come il prezzo: 31 euro un sapone mani. Uno schiaffo alla miseria ma è pur vero che potete inserirlo nella wishlist natalizia e comunque riutilizzare il contenitore anche una volta terminato il liquido.

pic via saponedelmugello.com

Per esperienza personale posso dirvi che il Sapone del Mugello rispetta tutti e 3 i parametri: qualità, prezzo, packaging. E’ delicatissimo tanto che ci ho lavato anche il sederino di mio figlio (si può dire ‘sederino’ in un post sull’home decor?). Lo si trova anche al supermercato e sono disponibili perfino i mega pacchi con la ricarica. Molto gradevole da guardare, ha l’unica pecca (a mio parere) di disporre solo di due profumazioni, entrambe buonine ma non estasianti.

Tutt’altro genere di stile, trovo comunque molto divertenti anche i saponi di Rice, brand danese che conquista tutte con i suoi colori meravigliosi e la grafica molto ‘Pinterest’. I saponi per mani hanno profumi ottimi e possono regalare un tocco di colore in un bagno neutro.

pic via christianbjurinder.se

Unire qualità al design, ecco lo scopo del brand svedese L:A Bruket, anche qui si parla di prodotti di gamma medio-alta, biologici e li potete trovare su moltissimi shop on line comprese alcune farmacie.

Concludo con un aneddoto che vi fa capire quanto possa essere attratta da questo genere di erogatori: durante l’ultimo viaggio a Londra è stato colpo di fulmine per un sapone liquido made in Dorset con confezione simile a quella di L:A Bruket. L’ho acquistato senza pensare che al controllo in aeroporto non me l’avrebbero mai fatto passare… E così, davanti allo sguardo incredulo dell’addetto alla sicurezza, ho passato circa 5 minuti a spremerlo con delicatezza dentro al cestino per portarmi a casa l’erogatore intatto (che giace in attesa di fare bella mostra nel bagno nuovo :-P).

Ci sono 17 commenti

  1. maria antonietta
    7 aprile 2017 alle 10:47

    l’articolo è interessante, ma forse, ed è solo una mia opinione, certi termini (vd “nazista”) non andrebbero utilizzati in modo ironico

    Rispondi
    1. Manuela Morara
      7 aprile 2017 alle 11:39

      Ciao Maria Antonietta e grazie per il tuo feedback.
      Il mio modo di scrivere è da sempre fondato su ironia e poco politically correct; chi mi segue sul blog personale lo sa ed è abituato ma capisco che per chi non mi conosce possa risultare un po’ inusuale in una rubrica sull’home decor.
      Tuttavia credo ci sia da essere seri nei contesti appropriati, qui invece si parla del superfluo e i termini che uso vanno contestualizzati nel senso del discorso e non presi in assoluto.
      Non saprei scrivere diversamente, questo è il mio stile, tuttavia cercherò di avere un occhio di riguardo in più.
      Buon weekend
      Manuela

      Rispondi
      1. Maria Antonietta
        18 aprile 2017 alle 20:25

        Scusami vedo solo ora la risposta. Non metto in dubbio che sia il tuo stile. Ma credo che un termine che porta con sè un significato ben preciso, come quello che ho citato, meriti più rispetto e non possa essere utilizzato con leggerezza.
        Ma è mia opinione, non pretendo di cambiare lo stile di nessuno. Invito però a considerare l’aspetto che ti ho esposto, e veramente mi lascia basita il pensare di poter accostare quel termine a qualcosa di ironico. Buon lavoro e buon proseguimento

        Rispondi
  2. Profumo di Sicilia - Piccolalayla
    7 aprile 2017 alle 11:12

    Io invece sono contro tendenza… sono alla ricerca di un bel porta sapone, ma non trovo nulla che mi piace… bella carrellata di prodotti! A presto LA

    Rispondi
    1. Manuela Morara
      7 aprile 2017 alle 11:39

      Beh anche di quelli ce ne sono di veramente carini! Su che stile sei orientata?

      Rispondi
  3. letizia
    7 aprile 2017 alle 11:39

    Ciao Manuela! 🙂 interessante questo articolo mi ispira un sacco il sapone della Rice mi piacciono anche a me li vorrei ordinarli anche per fare dei regali 🙂 un bacio

    Rispondi
    1. Manuela Morara
      7 aprile 2017 alle 12:59

      Ciao Letizia, sì infatti quelli della Rice sono perfetti per fare dei regali, non possono non piacere 😉

      Baci
      Manuela

      Rispondi
  4. mari
    7 aprile 2017 alle 12:22

    wishlist natalizia in aprile?

    Rispondi
    1. Manuela Morara
      7 aprile 2017 alle 13:01

      Ahaha perché no? Io quando qualcosa mi piace me lo appunto mentalmente così quando è il momento opportuno ho la mia lista 😉

      Rispondi
      1. Didi
        10 aprile 2017 alle 12:04

        🙂

        Rispondi
  5. silvia giraudo
    7 aprile 2017 alle 14:59

    Ciao Manu, io ti seguo, anche sul tuo blog personale e so benissimo come scrivi e che tipino sei ;-). Molto simpatica e schietta.
    Però posso osare dire una cosa, senza fare sterile polemica??
    Il tuo stile è molto diverso rispetto a quello della Fede; non parlo del senso estetico e di gusto , ma proprio il modo di scrivere, descrivere e proporre.
    Federica ha un modo più soft, ricercato ,elegante.
    E chi è abituato a leggerla da anni, apre il blog in cerca di quello stile.
    Si rimane un po spiazzati invece leggendo il tuo post: fatto bene , scritto bene ma , per forza di cose, diverso .
    Ovvio che a te non si possa dare nessunissima colpa: tu sei tu e ci mancherebbe!
    Ma facendo un discorso puramente editoriale , il tuo modo di scrivere stona col contesto.
    Forse è solo un discorso di abituarsi e col tempo nessuno ci farà più caso!

    Rispondi
    1. Manuela Morara
      7 aprile 2017 alle 15:07

      Sai Silvia, mi spiace molto sentirti dire così, perché come vedi ho scritto post più in ‘stile Federica’ e questo, più nel mio stile. Penso che Fede mi abbia scelta perché sono io, sennò avrebbe potuto chiedere a un architetto o una designer piuttosto che a me che sono sì appassionata ma non ho studiato nulla in proposito.
      Suppongo che l’idea fosse di avere dei redattori che mettano del proprio nei loro pezzi, e non post tutti simili che potrebbe tranquillamente aver scritto Fede! Ci sto mettendo un po’ di me pur consapevole del contesto diverso dal mio blog, e francamente questo viene apprezzato dai più. Se qualcuno lo trova stonato mi dispiace molto, ritengo che i contenuti ci siano, se poi si vuole uno stile da rivista AD mi spiace ma a me non dà nulla scrivere così.
      Perciò mi legga chi vuole, gli altri hanno tante alternative se dà fastidio (e sottolineo che per altro su 3 post è l’unico un po’ più discorsivo, e non sarà né il primo né l’ultimo).
      Ho capito comunque il tuo discorso, lo so benissimo anche io ma la mia scelta è quella di mantenermi in una terra di mezzo tra il mio blog personale e quello che era Sweet as a Candy.
      Un bacio 🙂
      Manuela

      Rispondi
  6. Kat
    7 aprile 2017 alle 18:05

    Il Sapone del Mugello è di una grande qualità! (Li uso da anni, tempo fa avevano anche la profumazione agrumi)… Se poi anche il packaging è carino direi che è un’ottima scelta!
    Io adoro il tuo modo di scrivere, ciò che esprimi si legge molto bene e, studi o non studi, hai grande proprietà di linguaggio!

    Rispondi
    1. Kat
      7 aprile 2017 alle 18:10

      Mi correggo, ho detto una inesattezza: parlando di sapone MANI la profumazione agrumi in effetti non c’è, così come la salvia, iris etc che invece sono profumazioni di altri prodotti quali bagnoschiuma o intimo.

      Rispondi
    2. Manuela Morara
      8 aprile 2017 alle 16:58

      Grazie mille Kat! Sì il Sapone del Mugello è veramente ottimo e a mesi alterni continuo a ricomprarlo.
      Buon weekend!
      Manuela

      Rispondi
  7. Deborah Bolognesi
    8 aprile 2017 alle 20:08

    Io per sicurezza li ho tutti e due: porta sapone in ceramica (acquistato alla Coin dove ce ne sono di carini e buon rapporto qualità prezzo) e il porta sapone di plastica con un bel packaging.

    Anche i prodotti per bambini vedi Bubble & co o Linea Mamma Baby sono sul pezzo per quanto riguarda lo stile e il packaging e il bio!

    bacioni
    D.
    http://www.happilysurviving.com

    Rispondi
    1. Manuela Morara
      10 aprile 2017 alle 10:34

      Ahaha Deb ma tu sei sempre avanti 😉 Sì anche la linea Mamma Baby si presta moltissimo, Bubble&Co. invece ha un packaging adorabile ma come prodotti (per quel poco che ho provato) non mi è scattato l’amore.
      Un bacione!
      Manuela

      Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I dati obbligatori sono contrassegnati con *
Il tuo commento *