LAVORARE DA CASA: Come organizzarsi al meglio

GlitterRoom

Sempre più persone per scelta o per necessità si ritrovano a lavorare da casa ma come si fa ad organizzarsi al meglio per poter essere comunque produttivi? Non è facile calarsi nei panni di chi, sia come dipendente che come libero professionista, lavora a casa. Guardando da fuori tutto sembra bellissimo e fantastico ma non è così. Anche a casa come in ufficio occorre seguire un piano preciso di lavoro da rispettare quotidianamente. Di sicuro al giorno d’oggi poter lavorare da casa, specialmente quando si è anche mamme, è spesso un grande privilegio ma attenzione, non sempre. Forse non ce ne rendiamo conto ma tante volte ci si ritrova a casa non per scelta propria ma per scelta di altri e mi riferisco al datore di lavoro che magari ti ha costretta a licenziarti dopo mesi di mobbing semplicemente perché eri incinta (ogni riferimento è puramente casuale…) oppure all’azienda che ti ha lasciato a piedi perché versa in crisi economica. Le ragioni possono essere le più svariate ma oggi con questo post vorrei darvi qualche consiglio per organizzare al meglio il vostro lavoro ed essere produttive ed efficienti anche tra le mura domestiche.

Seguire un piano preciso – Flessibilità-lavoro un binomio molto pericoloso; il rischio è che ci si ritrovi a fine giornata senza aver concluso niente e questo non è possibile. Una regola base per essere organizzate è pianificare il vostro lavoro stabilendo orari precisi. Quello che faccio io ogni sera è prendere la mia agenda ed il mio blocco di carta per pianificare il lavoro del giorno successivo. Essere schematici è una forma mentis che aiuta ad essere più produttivi e a lavorare con maggior precisione. Quindi, prima regola è: fare un piano e rispettarlo.

Crearsi uno spazio di lavoro – Non occorre avere uno studio tutto per sè, si certamente sarebbe fantastico ma io per prima non ce l’ho in casa uno spazio tutto mio. L’importante è organizzarsi con una scrivania nella quale poter sistemare tutte le proprie cose. Uno spazio di lavoro confortevole e bello da vedere rende il lavoro molto più piacevole e rilassato. La nostra mente deve sapere che quando ci sediamo alla nostra scrivania si lavora. Sembra sciocco ma fidatevi, lavorare in giro per le varie stanze di casa con il computer prima sul divano, poi in cucina o addirittura a letto, non è a mio avviso un buon metodo di lavoro, per lo meno durante il giorno. Poi, sono la prima che se ho del lavoro o delle mail arretrate la sera accendo il pc mentre sono sul divano, ma il lavoro serio, quello grosso lo sbrigo sempre il mattino seduta alla mia postazione.

Creare una routine – Creare una routine e rispettare dei riti precisi aiuta moltissimo. Io ogni mattina mi alzo, faccio colazione mi prendo una bella tazzona di caffè, mi faccio la doccia e mi vesto proprio come se dovessi uscire per andare in ufficio. Odio lavorare al computer in pigiama e ciabatte, non mi fa sentire a posto e produttiva.

Evitare le tentazioni – Questo è certamente difficile quando si lavora da casa e specialmente quando si hanno dei bambini piccoli. Per quanto mi riguarda, ora Gianmarco il mattino è a scuola e le bimbe sono con la tata e quindi in quelle ore riesco ad organizzarmi abbastanza bene anche se per tutte le cose che ho da fare mi servirebbero delle giornate intere di lavoro. Pian pianino quando i bimbi cresceranno ed inizieranno ad andare tutti a scuola sicuramente le cose miglioreranno.
Quando si lavora da casa si è il capo di noi stesse e se da un lato può essere bello dall’altro presuppone il doversi autoimporre delle regole precise. Evitiamo tutto ciò che può distrarci: chiudiamo Facebook, togliamo le notifiche di whatsapp, insomma stiamo concentrate sull’obiettivo.

Take a break – Come in ufficio è giusto concedersi anche dei momenti di pausa ma stabilite quanti e quando con precisione in questo modo eviterete che le pause diventino maggiori del tempo dedicato al lavoro.

PH Sweet as a Candy
© 2015 Sweet as a Candy Tutti i diritti riservati

Lavorare da casa è bello ma può nascondere delle insidie; se da un lato senza una buona organizzazione si rischia di non combinare niente, dall’altro senza fissarsi dei limiti si può ottenere l’effetto opposto ovvero lavorare di continuo senza mai staccare dal lavoro e trascurando la propria vita privata.

Spero che questo post vi sia d’aiuto e fatemi sapere qui sotto come organizzate le vostre giornate lavorative da casa.