#TIABBIAMOASCOLTATO | Il Nuovo biscotto Plasmon!

Federica Piccinini

Quando Plasmon mi ha invitata a Milano per un evento un po’ speciale ed anche un po’ misterioso, ero veramente entusiasta ed onorata perché come credo quasi tutte voi, sono cresciuta insieme al biscotto Plasmon e per esser sincera, lo mangio tutt’ora.
Ho tantissimi ricordi legati a quel biscotto. Ancora adesso quando lo mangio, mi tornano alla mente sensazioni, profumi, momenti e persone del passato. Dalla mia nonna, alla mia mamma ma anche alla mia adolescenza perché ricordo che nelle sere in cui non stavo bene o non avevo molta fame mi facevo una tazza calda di caffelatte e ci intingevo i biscotti Plasmon. E’ stato quindi un processo naturale quello di continuare a comprarli anche per i miei bambini.

Il biscotto Plasmon per me è casa, un qualcosa che c’è sempre stato, ma anche un prezioso salvavita nei momenti di panico; quando esco con i bimbi porto infatti sempre con me anche il pacchetto monoporzione. E’ molto comodo e quando iniziano a piangere un biscottino risolve sempre la situazione 😉

So che molte mamme hanno smesso di acquistarlo per i propri bambini a causa di un suo ingrediente: l’olio di palma. Io rispetto sempre le scelte degli altri e non mi permetto mai di giudicarle, posso solo parlare per me e dirvi che sono certamente anche io una mamma attenta a ciò che da da mangiare ai propri figli ma non sono così estrema. Con il termine estrema intendo dire che non ho mai pensato che un biscottino sciolto nel latte potesse creare un qualche danno alla salute dei miei figli e sono certa che siano ben altre le situazioni potenzialmente nocive per  loro. E ancor di più sono certa che un’azienda come Plasmon da sempre produca seguendo regolamentazioni ferree e sicure perché quando si parla di alimentazione e in particolar modo di alimentazione infantile non si scherza. Per questi motivi li ho sempre acquistati con piena fiducia.

Ma è un dato di fatto, ormai tantissime mamme richiedevano da parecchio tempo l’eliminazione di questo ingrediente e ciò che ho apprezzato dell’azienda è il fatto di averle comunque ascoltate.
E’ assolutamente giusto che un’azienda vicina alle mamme e ai loro bambini, le ascolti e vada incontro alle loro esigenze e richieste.
E quindi, dopo oltre un anno di ricerca, Plasmon è oggi uscita con il nuovo biscotto senza olio di palma. Nuovo nella sua ricetta ma esattamente identico nel gusto a quello classico di sempre. Ed è stata questa la sfida.
L’olio di palma è stato sostituito dall’olio di girasole e olio di oliva.
La sua ricetta, insieme al suo particolare processo produttivo, consentono di ottenere lo specifico profilo nutrizionale, la friabilità, il gusto inconfondibile nonché la caratteristica unica di sciogliersi facilmente in bocca, requisito imprescindibile per il bambino durante lo svezzamento.

“Abbiamo impiegato più di un anno di ricerca e sviluppo per produrre lo stesso biscotto: i principi nutrizionali, la friabilità, il gusto inconfondibile e la proprietà unica di sciogliersi facilmente in bocca sono infatti gli stessi di sempre, così come la sicurezza, i controlli e le attenzioni di Oasi nella Crescita®. Siamo accanto alle mamme e ascoltiamo le loro esigenze dal 1902, ecco perché abbiamo deciso di togliere l’olio di palma, pur sicuro e sostenibile”.

PH Sweet as a Candy
© 2016 Sweet as a Candy Tutti i diritti riservati

Durante l’incontro a Milano insieme alle altre mie colleghe blogger e alle altre mamme, abbiamo potuto rivivere insieme a Plasmon alcuni momenti e ricordi della nostra infanzia e a sorpresa ci è stato fatto assaggiare il nuovo biscotto. E’ assolutamente identico a quello precedente quindi brava Plasmon che sei riuscita a ricreare lo stesso gusto e la stessa consistenza di prima. Ora avrei un’altra richiesta anche io…potreste farlo anche senza glutine? Aspetto fiduciosa, perché come me anche tantissime altre mamme hanno bimbi celiaci.

Per saperne di più visitate il mini sito dedicato alla campagna #tiabbiamoascoltato e la pagina Facebook Mamme e Plasmon.  Chi lo desidera potrà anche andare sul sito www.tiabbiamoascoltato.it e prenotare un pack gratuito di biscotti che verrà inviato direttamente a casa (fino a esaurimento scorte). Il primo lotto è già stato distribuito ma sono al lavoro per produrne un secondo quindi vi consiglio di tener d’occhio il sito 😉

Ci sono 12 commenti

  1. Cris
    9 marzo 2016 alle 9:29

    ciao Federica, volevo dirti che Plasmon fa già i biscotti senza glutine, io al supermercato trovo quelli primi mesi.

    Rispondi
    1. Federica
      9 marzo 2016 alle 9:32

      Ciao Cris! Si lo so, ma vorrei che facesse anche quelli classici senza glutine in modo da poterli dare anche a GM 😉

      Rispondi
      1. Cris
        9 marzo 2016 alle 11:26

        Li trovo più buoni e friabili di quelli classici….ne mangio a volontà!! buona giornata!

        Rispondi
  2. Benedetta
    9 marzo 2016 alle 9:45

    Ciao Federica, anch’io come te sono cresciuta con i Plasmon! Ma per la mia bimba non li ho mai acquistati causa proprio l’olio di palma. Non credo, come dici tu, che un biscotto posso fare un gran danno alla salute.. Però è anche vero la quantità eccessiva di sostanze dannose ingerite tutti i giorni possono creare qualche problema! (come anche altre cose) ma leggendo il tuo articolo sono felicissima e senz’altro lo adesso lo acquisterò! ? grazie per questa bella informazione!

    Rispondi
    1. Federica
      9 marzo 2016 alle 10:08

      Ciao Benedetta! Mi fa tanto piacere che il mio articolo ti sia stato utile 🙂 Buona giornata e un bacione alla tua bimba!

      Rispondi
  3. letizia
    9 marzo 2016 alle 10:01

    Anch’io sono cresciuta con i biscotti Plasmon e devo dire che sono molto buoni 🙂 ogni tanto anch’io le assaggio.

    Rispondi
    1. Federica
      9 marzo 2016 alle 10:07

      Io li ho da sempre in dispensa 🙂 Bacione Letizia!

      Rispondi
  4. maria
    9 marzo 2016 alle 10:22

    Bellissimo articolo, ottima iniziativa, sono d’accordo con tutto quello che hai scritto e ti confesso che anche se mia figlia ha già 8 anni….. ogni tanto ci concediamo qualche plasmon rubandolo dalla dispensa dei cuginetti più piccoli! E’ troppo buono e delicato ed anche a me evoca un mucchio di ricordi belli!
    Un bacione e buona giornata!

    Rispondi
  5. Martina
    9 marzo 2016 alle 11:24

    Fede ciao,
    ovviamente questo post credo che sia vicino a tutte noi, proprio perchè PLASMON ha accompagnato tutte nella crescita e poi dai diciamocelo…MA QUANTO é BUONO?
    Io da piccola mi scofanavo file intere e finchè non li finivo tutti non mi alzavo da tavola, la colazione non è mai stata un grande problema anzi il problema per mia mamma era proprio farmi alzare da tavola 😉
    Anche io ho una leggera intolleranza al glutine, non sono celiaca, e proprio per questo ora mi limito all’acquisto poichè mi danno un leggero fastidio…ovviamente se li facessero anche senza glutine sarebbe TOP!!!
    Un bacione immenso cara

    Martina
    https://martinatragniblog.wordpress.com

    Rispondi
  6. Sarah
    11 marzo 2016 alle 14:09

    Ciao Federica,
    ma che bella notizia. Anche io li amo e li propongo ai miei figli, sono contenta di sapere che abbiano trovato un’alternativa.
    Grazie!

    Rispondi
  7. Annamaria
    14 marzo 2016 alle 22:46

    Ti confesso che ancora oggi mi concedo qualche Plasmon!!! Sono i biscotti della nostra infanzia che oggi oltre a ricordarmi i momenti più belli della mia vita mi ricordano anche che sono buonissimi! 🙂
    E’ come sempre un piacere leggere i tuoi articoli Fede!
    Un bacio,
    peonynanni.blogspot.it

    Rispondi
  8. #tiabbiamoascoltato: una merenda insieme a Plasmon | Neonati - Quimamme
    24 marzo 2016 alle 14:47

    […] Sweet as a Candy ha scritto che: “Ormai tantissime mamme richiedevano da parecchio tempo l’eliminazione di questo ingrediente e ciò che ho apprezzato dell’azienda è il fatto di averle comunque ascoltate. E’ assolutamente giusto che un’azienda vicina alle mamme e ai loro bambini, le ascolti e vada incontro alle loro esigenze e richieste. E quindi, dopo oltre un anno di ricerca, Plasmon è oggi uscita con il nuovo biscotto senza olio di palma. Nuovo nella sua ricetta ma esattamente identico nel gusto a quello classico di sempre. Ed è stata questa la sfida”. […]

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I dati obbligatori sono contrassegnati con *
Il tuo commento *